Wthink

Economia, finanza e risparmio

Prestiti e casalinghe: le principali novità di quest’anno

Regali

prestiti-casalinghePrestiti e casalinghe sono un connubio che spesso ha faticato a stare insieme. Le casalinghe, infatti, non avendo una busta paga o un reddito come lavoratore autonomo, sono state tagliate fuori dal credito per moltissimi anni.

Solo negli ultimi 7-8 anni molte finanziarie e alcune banche hanno cominciato a proporre sul mercato prodotti dedicati esclusivamente a questa categoria. Quest’anno il settore dei finanziamenti sta ripartendo con le banche che sono tornate ad erogare prestiti con una certa continuità e anche nel settore dei prodotti riservati alle casalinghe ci sono delle importanti novità che vale la pena segnalare.

*** FAI UN PREVENTIVO VELOCE: CLICCA QUI E TROVA IL MIGLIOR PRESTITO ONLINE ***

Prestiti per casalinghe – come funzionano

Per prima cosa cerchiamo di capire come funzionano questi finanziamenti. Si tratta, per lo più, di piccoli prestiti personali che possono essere richiesti da tutte le donne che pur non avendo un reddito ufficiale, si occupano a tempo fisso della casa e della cura dei figli.

A meno di non avere delle solidissime garanzie accessorie, come la firma di un garante con busta paga, questi finanziamenti vengono erogati per importi non superiori ai 5 mila euro.

Di fatto, non essendoci un reddito a copertura del finanziamento, possiamo parlare a tutti gli effetti di prestiti senza busta paga, di cui abbiamo già ampiamente parlato nelle settimane passate. Ovviamente ottenere questa tipologia di credito non è molto semplice. Come abbiamo accennato all’inizio molti istituti di credito none rogano, ancora oggi, questi prodotti.

Per quanto riguarda la documentazione, invece, sono necessari il documento d’identità, il codice fiscale e un estratto conto bancario qualora fosse disponibile.

Quali garanzie mi occorrono per ottenere un prestito per casalinghe?

Come dicevamo questi prodotti vengono erogati solo da alcuni istituti di credito e solo per piccole somme di denaro. Tuttavia con qualche garanzia accessoria è possibile semplificare l’iter burocratico della pratica e aumentare l’importo massimo richiedibile.

Tra le varie garanzie accessorie per i finanziamenti per casalinghe segnaliamo la firma di un garante con busta paga, un’ipoteca immobiliare o un reddito accessorio.

Nel primo caso il nostro prestito sarà garantito da una seconda persona in possesso di un lavoro a tempo indeterminato. In caso di un mancato pagamento la banca potrà rivalersi sul garante. Nel secondo caso, invece, la banca metterà un’ipoteca immobiliare su un bene di nostra proprietà: qualora non dovessimo far fronte alle rate di rimborso la banca si rivarrà sull’immobile.

Nell’ultimo caso la casalinga potrebbe presentare a garanzia una rendita finanziaria o un assegno di mantenimento. Insomma qualsiasi reddito percepito che non rientri nel campo del reddito da lavoro.

Quali sono i migliori prestiti per casalinghe?

Tra le finanziarie che offrono soluzioni dedicate alle casalinghe segnaliamo Agos Ducato e Findomestic.

Agos permette di ottenere, nel caso si possano offrire delle garanzie a supporto della richiesta, fino a 13 mila euro rimborsabili in 84 rate mensili con un tan che parte del 5,90% (7% circa il taeg).

Findomestic permette di ottenere fino a 14 mila euro con un tasso promozionale che parte da un taeg del 6,78%. Non male se consideriamo che fino a qualche mese fa eravamo intorno al 9%.

E tu hai mai provato a richiedere un prestito per casalinghe? Hai avuto difficoltà ad accedere al credito senza una busta paga?

Puoi leggere anche:

Regali

Wthing © 2014 Frontier Theme