Effetti QE e Tsipras sui mercati: ecco cosa ci aspetta

Settimana da monitorare con grande attenzione per le borse europee. Dopo il lancio del piano di QE da parte della BCE e dopo il risultato del weekend elettorale in Grecia con la vittoria della sinistra radicale Syriza di Alexis Tsipras ci aspettiamo ancora una ottava caratterizzata dalla volatilità.

In Europa il primo dato macroeconomico è stato positivo. L’indice IFO tedesco di gennaio è salito a 106,7, dai 105,5 di dicembre, ben oltre le attese fissate a 105,7. Bene sia la parte corrente che prospettica dell’indicatore.

Da segnalare inoltre in settimana alle cifre macro sia in Europa (soprattutto inflazione) che Stati Uniti (PIL 4T). Fondamentale sarà anche seguire il meeting della commissione operativa della Federal Reserve (il FOMC) per cercare di capire ulteriori informazioni in merito alle strategie monetarie della principale banca centrale mondiale.

Attenzione anche alle trimestrali statunitensi, lunedì saranno annunciati i dati di Microsoft, martedì quelli di Apple, mercoledì Facebook e giovedì Google.

Per quanto concerne l’analisi grafica, il cambio eurodollaro ha segnato un nuovo minimo a 1,1098 durante le contrattazioni asiatiche sulla scia del trionfo di Tsipras per poi riprendere terreno e anche grazie al brillante indice IFO risalire fino a 1,1260. Crediamo che al momento sia in atto una fase di consolidamento dopo i forti ribassi evidenziati nelle scorse settimane. Manteniamo invariate le nostre prospettive grafiche ribassiste sul cambio. L’eventuale cedimento del supporto a 1,11 creerebbe i presupposti per una ulteriore discesa verso 1,10 e 1,08. Concreti segnali di ripresa arriveranno solamente al di sopra di 1,1460. Altri approfondimenti sul mercato valutario nella sezione “Forex Focus” di IG.com.

Passiamo ora agli indici. Continua la marcia trionfale dell’indice tedesco Dax salito anche sopra i 10700 punti. Le aspettative rimangono rialziste con obiettivo 11 mila punti. Solamente la violazione al ribasso del supporto a 10500 gett2erebbe le basi per un-estensione della discesa verso i sostegni a 10120.