Trading online: Maggio sarà all’insegna della volatilità

A quanto pare dobbiamo rassegnarci ad un Maggio all’insegna della volatilità dei mercati finanziari. Chi fa trading online farebbe bene a rassegnarsi e a prendere le contromisure adatte a fronteggiare questa ennesima sfida a cui i mercati ci sottopongono.

borsa italianaPer prima cosa è doveroso sottolineare che tra i market mover di Maggio non c’è più solo la Grecia, (abbiamo parlato appena un paio di giorni fa del rischio default per la Grecia) ma, anche, il Regno Unito.

In Gran Bretagna, infatti, si sono tenute, ieri, le elezioni più incerte della storia e questo non ha fatto altro che rendere ancor più nervosi i mercati finanziari. Secondo quanto riportato dai sondaggi diffusi dalla Bbc i Conservatori avrebbero il 34% e i Labour il 33%.

Insomma una lotta dall’esito tutt’altro che scontato perchè, come ben sappiamo, i sondaggi possono sbagliarsi e, delle volte, accade che si sbagliano anche di molto. Alcuni esperti del settore hanno segnalato anche la possibilità che si arrivi a un Parlamento cosidetto “appeso”, cosa che avrebbe come effetto immediato quello di indebolire la sterlina nel breve periodo.

Se a questo aggiungiamo il rischio, ogni giorno più concreto di una possibile uscita della Grecia dall’euro a causa di un possibile default finanziario è ben evidente a tutti di quanto questo Maggio 2015, sarà un mese da ricordare a lungo.

Per quanto riguarda il discorso Grecia le ultime notizie al riguardo dalle centrali operative non sono per niente positive. Noi, però, vogliamo continuare ad essere una voce fuori dal coro e a ricordare, anche, del recente colloquio tra Tsipras e Putin in cui, molto probabilmente, si è arrivati a degli accordi finanziari importanti. Insomma la Russia potrebbe offrire un supporto alla Grecia e assicurarle la permanenza nell’Euro qualora non dovesse riuscire a strappare un accordo con l’UE.

Il motivo per cui la Russia dovrebbe offrire aiuto alla Grecia è piuttosto evidente, ed è quello di tornare ad essere una pedina fondamentale nello sviluppo dell’area che, per la propria economia, risulta essere uno sbocco fondamentale.