Pausa Wall Street, Tsipras vicino a un accordo

Ritornano le video analisi settimanali curate da IG, leader nel settore del trading online con i CFD. Per leggere altre analisi finanziarie clicca qui. Avvio di settimana cauto per le borse europee in una seduta orfana di Wall Street che si fermerà per il President Day e con il tema Grecia ancora in primo piano.

Ripartono oggi, infatti, i negoziati tra i creditori e il neo governo, che si troveranno a discutere nell’Eurogruppo i dettagli di un possibile accordo sul debito ellenico.

Dopo il nulla di fatto di mercoledì scorso, i mercati si aspettano che venga raggiunto un compromesso che sia in grado di soddisfare sia le richieste di Tsipras che quelle dei leader europei (soprattutto tedeschi). Probabilmente ad Atene verrà concesso un prolungamento del piano di aiuti (e non un prestito ponte come vorrebbe il ministro Varoufakis), a fronte di una maggiore apertura alla revisione del memorandum d’intesa stabilito con la Troika.

In questo modo Tsipras avrebbe quasi raggiunto uno degli obiettivi del suo programma elettorale. Intanto, continua il deflusso di liquidità dai depositi dei conti greci a un ritmo di 2 miliardi a settimana. Proprio sul tema assistenza di liquidità probabilmente la Bce tornerà a discuterne mercoledì nella consueta riunione mensile.

Sul fronte Ucraina, sembra reggere, non senza difficoltà, il cessate il fuoco partito iniziato ieri tra i ribelli filorussi e le forze governative. Si intensificano, invece, i timori in Libia dove l’ISIS si è insediata nelle ultime ore. Le tensioni hanno spinto l’Egitto a ad intervenire con bombardamenti.