Mutui a Milano: offerte finanziamenti, tassi e preventivo

Che sia per l’acquisto della casa o per altri tipi di progetti, quando una persona o una famiglia decide d fare un passo importate per la sua vita spesso ricorre ai finanziamenti: in questo articolo scopriremo qual è la situazione per i mutui a Milano, vedendo quali sono i requisiti per fare domanda, quali sono le offerte con le migliori condizioni, come ottenere un preventivo e fare il calcolo della rata online.

La ripresa del mercato dei finanziamenti a Milano

mutui-milanoNel corso degli ultimi due anni il mercato dei mutui ha mostrato costanti segni di ripresa (anche se il comparto immobiliare zoppica ancora un pochino): a livello nazionale al termine del primo quadrimestre del 2016 le erogazioni sono aumentate del 55% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato; il totale degli importi concessi invece è cresciuto del 73,5%. Questi numeri possono essere il frutto di due interpretazioni, ma una non esclude l’altra, anzi, si può dire che parliamo di concause: da una parte c’è l’atteggiamento meno rigido da parte delle banche, mentre all’altra c’è la maggiore fiducia da parte degli italiani che si dimostrano più propensi ad indebitarsi di più e per cifre maggiori rispetto a non molto tempo fa.

A livello regionale, anche se i progressi più importanti sono stati registrati da Basilicata, Sardegna e Umbria, in cima alla classifica troviamo la Lombardia (che anche nei periodi di crisi più nera è rimasta stabilmente nei posti più alti di questa speciale classifica): l’importo medio erogato ammonta a 117.000 euro, un dato più alto rispetto alla media nazionale (113.000 euro). In quasi tutte le Province lombarde gli incrementi sono stati superiori al 50%, con Pavia, Sondrio e Varese che da questo punto di vista sono cresciute del 70%. Le preferenze in tema di mutui a Milano e nel resto della Lombardia appaiono abbastanza chiare: il tasso fisso rimane la scelta più gettonata, ma cresce il numero di finanziamenti che consentono di cambiare il tasso nell’arco della durata del prestito e spesso si opta per mutui collegati alla proprietà di uno o più altri prodotti (come ad esempio il conto corrente).

L’aumento delle richieste ed erogazioni può dare ulteriore fiducia a chi finora, pur avendo in mente un progetto, ha titubato un po’: vediamo quali sono le fasi per ottenere dei mutui a Milano (il discorso però è valido per tutto il Paese). Per tantissime persone il primo passo consiste nel fare una ricerca online: anche nel campo dei finanziamenti internet è diventato una componente importante, infatti consente di ottenere dei preventivi, calcolare le rate direttamente online e mettere a confronto le proposte dei vari istituti di credito per scoprire quelli che offrono le migliori condizioni contrattuali. Anche per chi è intenzionato ad accendere un mutuo tradizionale (in filiale quindi) può essere utile fare un giro tra i vari siti per avere un’idea sui tassi di interesse e sugli importi che è possibile richiedere.

Come ottenere mutui a Milano

Già abbiamo visto la situazione dei mutui a Roma, ora vedremo come cavarsela a Milano. Naturalmente per poter avanzare una richiesta di finanziamento è necessario possedere dei determinati requisiti; cominciamo a vedere quelli legali, ovvero:

  • essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno;
  • avere la residenza in Italia;
  • aver raggiunto la maggiore età.

Non sono previsti dei limiti generali per l’età massima, ma alcune banche possono decidere di mettere dei paletti in relazione alla durata del finanziamento (molto difficilmente un istituto concederà un prestito di 40 anni ad una persona che ha superato i 60). Ci sono poi i cosiddetti requisiti economici: il cliente deve dimostrare la propria capacità di credito, la sua affidabilità e correttezza; l’importo richiesto deve essere commisurato al reddito del richiedente. Riepilogando, la banca prima di decidere se concedere o meno il finanziamento (e dopo aver messo in pratica il procedimento d’istruttoria) valuterà con attenzione alcuni aspetti come il tipo di lavoro svolto dal richiedente (e anche la sua anzianità professionale), il tipo di contratto e il reddito, l’età, la situazione del nucleo familiare, il valore dell’immobile che si intende acquistare e la solidità degli eventuali garanti.

Tassi e condizioni delle migliori offerte e le soluzioni BPM

Come dicevamo prima, il web è un’importantissima risorsa per chi vuole trovare quali sono i migliori mutui a Milano e non solo. Su internet sono presenti tanti comparatori, molti dei quali hanno raggiunto un livello di affidabilità davvero elevato. Facendo una rapida ricerca è possibile vedere che oggi i migliori finanziamenti per l’acquisto della prima casa sono quelli di Intesa SanPaolo (rate mensili da 565,65 euro, tasso fisso all’1,90% e Taeg 2,08%) e di BancaDinamica (rata mensile da 517,01 euro, tasso variabile all’1,13% e Taeg 1,22%). Questi valori medi sono calcolati su un ipotetico mutuo da 135.000 euro di 25 anni richiesto da un impiegato di 35 anni residente a Milano per l’acquisto di un immobile che vale 185.000 euro. Per quanto riguarda la surroga (protagonista assoluta del maggior movimento nel mercato dei mutui) ritroviamo ai primi posti gli stessi istituti. Ma visto che parliamo di mutui a Milano è impossibile non fare almeno un accenno a BPM,

La Banca Popolare di Milano propone varie soluzioni: c’è il Mutuo ChiBenComincia, dedicato a chi ha meno di 40 anni, che prevede rate senza interessi per i primi due anni di preammortamento, il Mutuo a Tasso Variabile, con la rata che diventa più conveniente quando i tassi scendono, il Mutuo a Tasso Fisso, con le rate che rimangono sempre uguali, il Mutuo a Tasso Fisso all’1,50% per i primi 5 anni, con la possibilità di scegliere in seguito se optare per il tasso variabile (Euribor a 3 mesi + 1,95%) oppure fisso (IRS + 1,95%), il Mutuo a Tasso Variabile con CAP, con la rata che non può andare oltre un tetto massimo, e le condizioni vantaggiose per chi acquista casa dal costruttore.

Puoi leggere anche: