Le mini-rate per l’acquisto di una nuova auto: si tratta di un prestito conveniente?

mini-rata-prestito-autoSi sente spesso parlare in questo ultimo periodo di una nuova formula di prestito per l’acquisto di un’auto, la formula a mini-rate. Si tratta di una tipologia di prestito che permette anche a coloro che non hanno molti soldi a loro disposizione di poter acquistare l’auto dei loro sogni, formula però che ha anche dei lati negativi.

Andiamo a scoprire insieme di cosa si tratta più nello specifico e cerchiamo di capire se possiamo considerarlo un prestito conveniente oppure no.

*** FAI UN PREVENTIVO VELOCE: CLICCA QUI E TROVA IL MIGLIOR PRESTITO ONLINE ***

Un approfondimento è stato fatto dal sito www.mastercredito.com che si occupa di queste tematiche. Vediamo cosa ne è scaturito.

Il prestito a mini-rate prevede:
– un anticipo che può essere dato in contanti o che può essere saldato offrendo in permuta la propria auto usata, soluzione quest’ultima senza dubbio consigliabile perché permette di non mettere mano al portafogli;
– rate che vanno da un minimo di 100 € ad un massimo di 300 € al mese.
– una maxi-rata finale oppure la possibilità di restituire l’auto.

Come funziona ?
Le rate mensili non possono purtroppo essere inferiori ai 100 € al mese in quanto la legge stabilisce che l’importo minimo della rata sia pari o superiore all’1% del prezzo dell’auto. La maxi-rata finale non viene applicata nel caso in cui decidiate di restituire l’auto. In questo caso non dovete effettuare alcun pagamento extra a meno che non abbiate superato i chilometri previsti dal contratto. La maxi-rata finale si applica invece nel caso in cui decidiate di saldare il vostro debito e di far quindi diventare quell’auto di vostra esclusiva proprietà. Ovviamente questa è la soluzione ideale, ma è anche vero che non tutti sono in grado di pagare questa rata a cuor leggero. C’è infine una terza possibilità, potete decidere di acquistare una nuova auto sempre con la stessa formula a mini-rate dando in permuta l’auto utilizzata sino a quel momento, auto che avrà una valutazione davvero eccellente visto che alla fine è stata usata per pochissimo tempo.

Ma allora conviene veramente?
Si tratta di un sistema che sembra quasi essere una via di mezzo tra un prestito e un leasing, di un sistema che ha dimostrato di funzionare davvero molto bene, ma che ha, come abbiamo in precedenza affermato, anche dei lati negativi. I tassi d’interesse che vengono applicati sono ad esempio davvero molto elevati, questo perché la maxi-rata finale viene considerata alla stregua di una rata posticipata e quindi vengono applicati degli interessi extra per questa dilazione. Non solo, anche le spese di apertura della pratica sono piuttosto elevate, spese che possono andare da 150 € sino anche a 300 €. Nella maggior parte dei casi inoltre si applica anche una commissione per l’incasso della rata piuttosto elevata, in alcuni casi arriva addirittura a raggiungere il valore di 5 €.

Viste tutte queste caratteristiche possiamo tranquillamente affermare che i prestiti con mini-rate sono adatti a coloro che hanno un buon usato da offrire in permuta e per coloro che in realtà non hanno problemi economici così intensi.

Puoi leggere anche: