Wthink

Economia, finanza e risparmio

Ecco quali sono le banche che hanno avuto i migliori risultati nel 2018

Regali

Sono tante le persone che preferirebbero tenere i propri risparmi sotto il materasso piuttosto di depositarli in banca: la fiducia nei confronti degli istituti di credito non è mai stata altissima, però non si può fare a meno di essere loro clienti. Per scegliere a chi affidare i propri soldi può essere utile sapere quali sono le banche che hanno avuto i migliori risultati nel 2018.

La classifica 2018 delle banche più solide

È possibile stilare una sorta di classifica delle banche che hanno avuto i migliori risultati nel 2018 basandosi su diversi parametri: per individuare gli istituti più solidi tra quelli che operano sul territorio nazionale è possibile prendere in considerazione due indicatori patrimoniali, ovvero il Common Equity Tier 1 e il Total Capital Ratio. Il primo indicatore (spesso chiamato Cet-1) rappresenta la robustezza di una banca tramite il rapporto tra il proprio capitale e le attività impiegate sul mercato (titoli obbligazionari posseduti, prestiti concessi alla clientela e così via); il secondo indicatore (indicato spesso con l’acronimo Tcr) invece tra le attività della banca considera anche altri strumenti finanziari. Ad ogni modo si tratta di due indicatori che permettono di individuare le banche con la maggiore solidità patrimoniale, quindi che corrono il minor rischio di crack finanziario.

  1. Fineco, una delle prime realtà attive nel mondo della finanza online, fa parte del Gruppo UniCredit e nel 2018 ha registrato un interessante incremento della clientela e del patrimonio, con una crescita praticamente doppia rispetto alla media degli altri istituti nazionali (cet-1 20,46%, Tcr 28,8%)
  2. Banca Generali, l’istituto controllato dal gigante del settore assicurativo negli ultimi mesi ha visto crescere il suo patrimonio (cet-1 20,3%, Tcr 22%);
  3. Mediolanum, la creatura della famiglia Doris si presenta con degli ottimi indici patrimoniali (cet-1 20,1%);
  4. Fideuram Ispb, fa parte del gruppo Intesa Sanpaolo, è specializzata nel campo della gestione del risparmio e può vantare un ottimo indice di stabilità (cet-1 19,1%)

Le banche con i migliori risultati in termini di redditività ed efficienza

Un altro tipo di graduatoria potrebbe essere quella che ordina le banche che hanno avuto i migliori risultati nel 2018 in termini di efficienza e redditività; secondo gli studi pubblicati dal Corriere della Sera, per quanto riguarda le banche tradizionali la classifica in termini di redditività (espressa in termini di rapporto tra margine di intermediazione e totale degli attivi) è guidata da Deutsche Bank (3,89%), seguita da BPER Banca (3,10%) e Cariparma (3,03%), mentre in termini di efficienza (espressa dal rapporto tra costi e ricavi) in testa troviamo Mediobanca (43,20%), Intesa Sanpaolo (51,20%) e Popolare di Sondrio (55,31%).

Per quanto riguarda invece le banche online e dirette (sempre più solide ed efficienti) la classifica è la seguente:

  1. Banca Fideuram (margine intermediazione/attivi 5,02%, rapporto costi/ricavi 30,00%, ritorno sul capitale 65,77%);
  2. Banca Generali (margine intermediazione/attivi 4,82%, rapporto costi/ricavi 43,70%, ritorno sul capitale 31,77%);
  3. Banca Ifis (margine intermediazione/attivi 4,12%, rapporto costi/ricavi 51,90%, ritorno sul capitale 129,63%);
  4. Banca Sistema (margine intermediazione/attivi 4,08%, rapporto costi/ricavi 45,00%, ritorno sul capitale 28,44%);
  5. Mediolanum (margine intermediazione/attivi 3,54%, rapporto costi/ricavi 37,90%, ritorno sul capitale 22,40%).

Puoi leggere anche:

Regali

Wthing © 2014 Frontier Theme