Prestiti cambializzati senza busta paga

Negli ultimi anni, la platea delle persone che sono state tagliate fuori dal settore del credito, si è sicuramente allargata a dismisura. Per giovani, neolaureati, dipendenti con contratti a tempo determinato o atipici, pignorati, cattivi pagatori e senza garanzie, è molto difficile accedere al credito. Ma esiste una categoria, per la quale è sicuramente quasi impossibile ottenere un finanziamento.

Sempre più persone, soprattutto giovani, lavorano oggi in Italia senza contratto di lavoro, e quindi in nero. Senza questo tipo di tutele, è quasi impossibile ottenere quei servizi finanziari basilari, di cui tutti noi abbiamo bisogno nella nostra vita, per espletare alcune necessità, come l’acquisto dell’auto, il pagamento di debiti, di corsi specializzati, prestiti per l’apertura di un’attività o per l’acquisto di elettrodomestici ed elettronica.

PRESTITI CAMBIALIZZATI

prestiti-senza-redditoEssendo la maggior parte dei canali bancari fuori portata, una delle poche possibilità che rimane è quella del prestito cambializzato. Il prestito cambializzato è un prestito non finalizzato, cioè per il quale non bisogna indicare la destinazione d’uso del denaro richiesto, rimborsato tramite cambiali. Le cambiali sono dei titoli esecutivi, e questo le rende uno strumento importante nelle mani di banche e finanziarie che erogano il prestito. In caso di mancato pagamento delle cambiali, queste possono con estrema facilità pignorare i beni del debitore a copertura del debito contratto.

Questo tipo di prestiti, hanno di norma dei costi maggiori rispetto a quelli tradizionali, con tassi di interesse che possono, a volte, superare il 10%. Questo succede perché, di solito, questo tipo di finanziamenti vengono richiesti da quelle categorie di persone, alle quali vengono negati i canali tradizionali. Come nel caso di chi non ha una busta paga, l’assunzione del rischio di un mancato pagamento, assumerà dei costi maggiori per il cliente.

PRESTITI CAMBIALIZZATI SENZA GARANZIE

Bisogna dire che se non si possiede una busta paga, è molto facile che vengano richieste garanzie supplementari. Per esempio, potrebbe essere richiesta la firma di un garante a garanzia del debito contratto. In questo caso, qualora non si fosse in grado di rispettare i pagamenti delle cambiali, sarebbe questa persona a rispondere direttamente con la banca o la finanziaria, del debito. un’altra possibilità, è quella di fornire delle garanzie tramite beni immobili di proprietà. In questo caso il valore della garanzia, non sarà quella del valore di mercato dell’immobile, ma quella di una sua eventuale vendita all’asta da parte dell’istituto di credito.

PRESTITI CAMBIALIZZATI OPINIONI

In conclusione, per chi non ha una busta paga è sicuramente molto difficile accedere ad un finanziamento, ed una delle poche possibilità è appunto quella di un ottenere un prestito cambializzato. Bisogna però stare molto attenti e prendere atto, sia dei costi maggiori di questo tipo di prestito, sia del pericolo di incorrere in pignoramenti, che possono avvenire molto rapidamente e senza che ci venga concessa la possibilità di disporre di tempi maggiori per il rimborso del debito.

Puoi leggere anche: