Wthink

Economia, finanza e risparmio

Lavorare in Spagna: a chi inviare il curriculum, assunzioni e offerte

Regali

Molti ragazzi italiani sognano di trasferirsi e lavorare in Spagna, da sempre vista come meta molto ambita per un’idea della qualità della vita migliore di quanto non ci sia in Italia. Purtroppo negli ultimi tempi la situazione non è delle migliori, anzi. Il problema della Spagna è ormai sotto gli occhi di tutti, sia a livello politico che economico.

I tassi di disoccupazione, specialmente quella giovanile, è ai massimi storici e trovare lavoro per i giovani spagnoli è sempre più difficile al punto da spingerli a scappare all’estero. Ma nonostante questo per gli italiani che vogliono provare, non tanto a vivere in Spagna, quanto ad effettuare un’esperienza lavorativa nel paese alcune possibilità sono ancora presenti. Vediamo insieme come muoversi e cosa è meglio fare.

Possibilità di lavoro in Spagna, i settori in cui è possibile trovare offerte

lavorare-in-spagnaTra i settori che garantiscono, o quasi, la possibilità di trovare lavoro in Spagna ancora oggi la fa da padrone il settore turistico. Sono molte infatti le mete turistiche spagnole molto ambite, e che creano un giro di affari sempre molto importante per l’economia del paese. Il settore ancora oggi risulta essere in un certo senso la punta di diamante dell’economia iberica, con incrementi percentuali ogni anno, che sembrano promettere bene anche per chi cerca lavoro nel settore. Ovviamente, se vi interessa lavorare in questo settore o siete specializzati nell’ambito, il periodo migliore per trovare un lavoro nel turismo in Spagna è l’estate.

La stagione calda infatti è quella in cui si concentra il turismo, soprattutto quello internazionale. Per lavorare nel settore è comunque fondamentale, anche se non indispensabile, conoscere le lingue straniere. Prima di tutto è necessario conoscere la lingua inglese, oltre a masticare almeno un po’ di spagnolo, molto più difficile di quanto sembri per un italiano che non ne sa nulla. Un altro settore che ad oggi sembra garantire la possibilità di trovare offerte di lavoro in Spagna è il settore informatico. Infatti sono sorte negli ultimi anni molte aziende nell’ambito della biotecnologia e della tecnologia avanzata. Per lavorare in questo settore è fondamentale avere competenze, però, a differenza del settore del turismo al quale si può accedere con più facilità.

Lavorare in Spagna: dove trovare le offerte?

Affrontare un colloquio di lavoro con successo non è così scontato come visto di recente, ma trovare un’opportunità è ancora più difficile. Come in tutti i casi di trasferimento all’estero, sarebbe sempre meglio riuscire ad avere la sicurezza o quasi di un lavoro prima di partire. Per ottenere un lavoro prima di partire si possono visitare alcuni siti che permettono di visualizzare le offerte di lavoro in vigore e inviare il proprio curriculum. Non è certo scontato che inviando il proprio curriculum si riesca senza alcun problema a trovare un lavoro prima di partire, ma di sicuro è un punto di partenza.

Tra i portali in cui cercare offerte di lavoro e corsi formativi in vari settori vi consigliamo infoempleo, oficinaempleo, opcionempleo, infojobs, monster, experteer. Ne esistono anche molti altri basta fare una piccola ricerca, e tramite questi siti è possibile avere un’idea di cosa possa esserci tra le offerte. Di sicuro non è scontato riuscire a trovare lavoro così, ma può essere un punto di partenza. Anche se nel caso in cui non dovreste riuscire a trovare lavoro inviando il curriculum in questo modo, potete sempre decidere di partire e cercare lavoro in loco. In questo caso dovete puntare molto sulle vostre capacità e su ciò che vi rende “migliori” di qualcun altro.

Quali documenti sono necessari per lavorare in Spagna e come ottenerli

La Spagna, essendo parte dell’Unione Europea come l’Italia, permette ai giovani del Belpaese di viaggiare entro i suoi confini senza ulteriori documenti oltre alla carta di identità. Coloro che però vogliono lavorare hanno bisogno di ottenere il NIE (Número de Identificación de Extranjero), una specie di codice fiscale, necessario per poter stipulare il contratto di lavoro e non solo. Senza questo codice personale, infatti, non è possibile aprire un conto corrente o un contratto di telefonia cellulare.

Le assunzioni di lavoratori sono subordinate alla richiesta del NIE. In caso si sia già in Spagna bisogna recarsi presso la Oficina de Extranjeros o la Comisaría Central de Policía del paese spagnolo dove si vive, se si fa la richiesta prima di partire bisogna recarsi negli uffici del consolato spagnolo. Inoltre per vivere in Spagna è fondamentale l’Empadronamiento, un documento che accredita il tempo di permanenza, dichiara la residenza e permette di accedere al sistema sanitario.

Puoi leggere anche:

Regali

Wthing © 2014 Frontier Theme