Fondoest: cos’è, come funziona, come iscriversi e richiedere il rimborso

I lavoratori dovrebbero sempre conoscere tutti gli aspetti della loro occupazione e dovrebbero sapere quali sono e cosa fanno gli enti e i fondi con cui hanno a che fare: ad esempio i dipendenti delle imprese che operano in determinati settori possono godere dei servizi del Fondoest. Visto che non tutti lo conoscono, in questa pagina verrà spiegato cos’è, come funziona, come è possibile iscriversi e come richiedere un rimborso.

RICHIEDI UN FINANZIAMENTO ONLINE

Cos’è e come funziona il FondoEst

Il Fondoest è il fondo di assistenza sanitaria integrativa riservato ai lavoratori dipendenti a cui si applicano i contratti collettivi di lavoro di:

  • settore terziario (distribuzione e servizi);
  • farmacia municipalizzate;
  • turismo;
  • ortofrutticoli e agrumari;
  • impianti sportivi;
  • autoscuole

costituiti dalle associazioni delle aziende e dai sindacati dei lavoratori.

Come iscriversi e prestazioni sanitarie previste

L’iscrizione a Fondoest consente di beneficiare di svariate prestazioni sanitarie, ed è obbligatoria per i soli dipendenti a tempo indeterminato (anche part-time) e agli apprendisti sottoposti ai contratti; sono esclusi i quadri e i dirigenti, mentre sono ammessi i dipendenti a cui si applica il contratto collettivo nazionale di lavoro del Turismo, che hanno un contratto a tempo determinato superiore ai tre mesi, e a quelli a cui si applica il contratto degli ortofrutticoli e agrumari, che hanno un contratto a tempo determinato di almeno cinque mesi.

Le prestazioni sanitarie previste da Fondoest possono esser erogate da strutture pubbliche e da strutture private convenzionate Unisalute (in alcuni casi è previsto il ricorso a strutture sanitarie private non convenzionate, ma il rimborso potrebbe non essere totale):

  • ricovero in seguito a malattie ed infortuni per intervento chirurgico;
  • visite specialistiche;
  • diagnostica e terapia;
  • ticket sanitari per pronto soccorso e accertementi diagnostici;
  • prestazioni diagnostiche particolari;
  • prestazioni odontoiatriche particolari;
  • estrazione denti;
  • servizi di consulenza;
  • sindrome metabolica.

Per ogni prestazione sono previsti dei massimali di rimborso (tutti i dettagli sono indicati sul sito ufficiale www.fondoest.it).

Come richiedere il rimborso

Sono i datori di lavoro a dover iscrivere i lavoratori al fondo e a pagare le relative quote e contributi; l’iscrizione può esser fatta seguendo una procedura online, al termine della quale viene assegnato un codice utente che potrà esser utilizzato in caso di assistenza. Se un dipendente di un’azienda iscritta a Fondoest effettua una spesa sanitaria è possibile richiedere il rimborso inviando all’ente una copia della documentazione richiesta: la domanda di rimborso può essere inoltrata via internet tramite il sito fondoest.it oppure per posta.

Per quanto riguarda i ticket per le visite e gli accertamenti diagnostici, il pacchetto maternità, la fisioterapia, i pacchetti riabilitazione e controllo, le lenti e gli occhiali, i presidi e gli ausili medico-ortopedici, l’agopuntura e l’invalidità le richieste vanno inviate a Fondo Est, Ufficio Liquidazioni – via Cristoforo Colombo 137 – Roma 00147; per quanto invece riguarda le richieste relative alla diagnostica odontoiatrica e alla chirurgia e alle prestazioni pre o post ricovero e le indennità da ricovero l’indirizzo a cui inviarle è Unisalute Spa Fondo Est c/o CMP BO, via Zanardi 30, Bologna 40131.

Puoi leggere anche: