ccnl metalmeccanico: cos’è, spiegazione dettagliata e come determinare la retribuzione

Cos’è il ccnl metalmeccanico? il contratto collettivo nazionale di lavoro viene stipulato tra le organizzazioni sindacali, le rappresentazioni dei lavoratori e le associazioni dei datori di lavoro e le sua finalità, oltre a quella di disciplinare i rapporti tra i soggetti collettivi, è quella di definire il contenuto essenziale in termini di aspetti economici e normativi del contratto individuale di lavoro del settore metalmeccanico. Proviamo a dare una spiegazione dettagliata del ccnl metalmeccanico e vediamo come determinare la retribuzione del lavoratore.

RICHIEDI UN FINANZIAMENTO ONLINE

Cos’è il ccnl metalmeccanico?

Il ccnl metalmeccanico stabilisce una classificazione dei lavoratori in varie categorie professionali si parte dalla prima categoria per quelli con un basso profilo professionale e si arriva fino all’ottava per quelli altamente qualificati. Il punto di partenza per determinare la retribuzione di un lavoratore metalmeccanico consiste quindi nell’individuazione del livello a cui corrisponde la propria mansione: una volta stabilito questo si potrà capire a quanto ammonta la retribuzione mensile. Andiamo a conoscere meglio le categorie previste dal ccnl metalmeccanico.

Spiegazione dettagliata dei livelli e retribuzione

Prima categoria

Vi appartengono i lavoratori che svolgono attività produttive semplici per le quali non sono necessarie conoscenze professionali (è sufficiente un minimo periodo di pratica) e i lavoratori che svolgono attività manuali semplici che non sono collegate direttamente al processo produttivo e per le quali non sono necessarie conoscenze professionali. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione lorda (full time) di 1.299,11 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%) e il bonus fiscale, la retribuzione netta mensile è di 1.070 euro circa per tredici mensilità (si tratta di cifre indicative, sia chiaro).

Seconda categoria

Vi appartengono lavoratori che svolgono attività per le quali è necessario un breve periodo di prova e delle elementari conoscenze professionali e i lavoratori che svolgono attività amministrativa per le quali non è richiesta una particolare esperienza o preparazione. Giusto per fare qualche esempio rientrano in questa categoria il montatore, l’allievo attrezzista, il saldatore, il centralinista telefonico. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 1.434,01 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%) e il bonus fiscale, la retribuzione netta mensile è di 1.150 euro circa per tredici mensilità.

Terza categoria

Vi appartengono i lavoratori qualificati che svolgono un’attività per la quale è necessaria una specifica preparazione (diploma da istituti professionali o esperienza lavorativa) e i lavoratori che svolgono attività esecutive di natura amministrativa o tecnica che richiedono una certa preparazione, pratica o esperienza. Ad esempio rientrano in questa categoria i riparatori, i collaudatori, i contabili. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 1.590,22 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%) e il bonus fiscale, la retribuzione netta mensile è di 1.245 euro circa per tredici mensilità.

Terza categoria Super

Vi appartengono i lavoratori indicati nella terza categoria, ma che grazie all’esperienza maturata in azienda e ad una specifica formazione oltre alla loro attività svolgono con continuità mansioni di tutoraggio per gli apprendisti o attività di team leader. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 1.624,58 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%) e il bonus fiscale, la retribuzione netta mensile è di 1.265 euro circa per tredici mensilità.

Quarta categoria

Vi appartengono i lavoratori qualificati che svolgono attività che richiedono cognizioni tecnico-pratiche (istituti professionali o istruzione equivalente) e particolari abilità e capacità raggiunte tramite tirocinio e i lavoratori che svolgono un’attività di semplice controllo e coordinamento tecnico o amministrativo o attività esecutive più rilevanti rispetto a quelle previste per il livello precedente. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 1.658,94 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%) e il bonus fiscale, la retribuzione netta mensile è di 1.285 euro circa per tredici mensilità.

Quinta categoria

Vi appartengono i lavoratori che possiedono le caratteristiche stabilite per il quarto livello, ma operano con maggiore autonomia esecutiva, oppure guidano o controllano un gruppo di altri lavoratori oppure svolgono attività tecniche o amministrative con una certa autonomia operativa. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 1.776,66 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%) e il bonus fiscale, la retribuzione netta mensile è di 1.350 euro circa per tredici mensilità.

Quinta categoria Super

Vi appartengono i lavoratori che hanno caratteristiche simili a quelli del quinto livello, ma sono dotati di capacità e perizia e, agendo con maggiore autonomia, sono in grado di proporre e realizzare modifiche ad importanti apparati per conseguire miglioramenti in termini di produttività, affidabilità e qualità, i lavoratori che guidano gruppi di altri lavoratori attivi in reparti importanti o lavorazioni ad alta specializzazione, i lavoratori che svolgono controllo e coordinamento delle attività amministrative o tecniche in un importante ufficio, lavorazione o reparto. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 1.904,32 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%) e il bonus fiscale, la retribuzione netta mensile è di 1.430 euro circa per tredici mensilità.

Sesta categoria

Vi appartengono i lavoratori amministrativi e tecnici che svolgono funzioni direttive con poteri e autonomie nei limiti delle direttive generali impartitegli. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 2.043,02 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%) e il bonus fiscale, la retribuzione netta mensile è di 1.510 euro circa per tredici mensilità.

Settima categoria

Stando al ccnl metalmeccanico vi appartengono i lavoratori che presentano le caratteristiche previste per il sesto livello ma grazie all’esperienza acquisita possono coordinare servizi, enti produttivi o uffici fondamentali per l’azienda oppure svolgono attività ad alta specializzazione e importanti per la realizzazione degli obiettivi aziendali e i lavoratori che realizzano studi di progettazione o pianificazione operativa, provvedendo al loro sviluppo e coordinando altri lavoratori (ad esempio i ricercatori o i progettisti di complessi). Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 2.280,84 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%), la retribuzione netta mensile è di 1.580 euro circa per tredici mensilità.

Ottava categoria

Vi appartengono i lavoratori altamente specializzati che svolgono funzioni di coordinamento e gestione o di ricerca e progettazione in settori fondamentali dell’azienda (qualifica di quadro), i lavoratori che godendo di ampia autonomia impostano, sviluppano e realizzano progetti, piani e studi per il raggiungimento dei fini aziendali coordinando una o più unità tecnico-amministrative e i lavoratori altamente specializzati che verificano la fattibilità e l’economicità di piani e progetti alternativi. Per questi lavoratori la tabella retributiva prevede una retribuzione (full time) di 2.335,50 euro al mese: considerando i contributi a suo carico (9,19%) e la tassazione Irpef (23% fino a 15.000 euro, poi 27%), la retribuzione netta mensile è di 1.615 euro circa per tredici mensilità.

Le indennità stabilite nel nuovo ccnl metalmeccanico

Ai fini della determinazione della retribuzione il ccnl metalmeccanico stabilisce anche le varie indennità:

  • gli importi dell’indennità di trasferta (che è quella che viene riconosciuta quando un lavoratore si sposta per motivi aziendali transitori in un luogo diverso da quello abituale e viene accreditata nella busta paga del mese successivo a quello della trasferta) sono di 43,24 euro per la trasferta intera, 11,79 euro per il pranzo o la cena e 19,66 euro per il pernottamento;
  • l’importo dell’indennità di reperibilità viene stabilito in base alla categoria di appartenenza: per i lavoratori delle categorie 1, 2, 3 e 3 super sono previsti 4,86 euro per i giorno lavorativo (16 ore), 7,30 euro per il giorno libero (24 ore) e 7,89 euro per il giorno festivo (24 ore); per i lavoratori delle categorie 4, 5 e 5 super sono previsti 5,78 euro per i giorno lavorativo (16 ore), 9,90 euro per il giorno libero (24 ore) e 9,73 euro per il giorno festivo (24 ore); per i lavoratori delle categorie superiori alla 5 super sono previsti 6,65 euro per i giorno lavorativo (16 ore), 10,92 euro per il giorno libero (24 ore) e 11,51 euro per il giorno festivo (24 ore)

Puoi leggere anche: