Assicurazioni auto: il vantaggio delle polizze a chilometraggio

assicurazioni-a-chilometraggioL’assicurazione auto è una spesa tremendamente odiata dagli automobilisti italiani che, come ben sappiamo, sono costretti a spendere cifre molto più alte del resto d’europa. Una soluzione, per alcuni, potrebbe essere quella delle polizze a chilometraggio. Questa tipologia di assicurazione, infatti, permette a chi non fa un suo intenso del veicolo di risparmiare sul costo della polizza rc.

RICHIEDI UN FINANZIAMENTO ONLINE

Si tratta di assicurazioni il cui premio annuo viene calcolato in funzione dei chilometri percorsi. Meno si usa l’auto e maggiore sarà il risparmio. Ma cerchiamo di capirci qualcosa in più.

Qui di seguito abbiamo selezionato alcune delle migliori polizze che utilizzano questa prerogativa.

Migliori assicurazioni auto a chilometraggio

  • Allianz: propone la polizza sensto senso che permette di pagare solo per i chilometri che realmente si percorrono. Ovviamente prevede l’installazione di un sistema satellitare, denominato Allianz Box, che conteggia tutti i chilometri percorsi e permette di usufruire anche di numerosi servizi accessori relativi alla sicurezza.
  • ConTe: questa importante compagnia propone una polizza a consumo che permette di risparmiare fino al 65% rispetto alle normali assicurazioni auto, a patto di non percorrere più di 5 mila chilometri all’anno. Sopra questa soglia, infatti, i vantaggi vanno scemando.
  • SaraFree: anche Sara propone una polizza a consumo con un risparmio garantito dalla compagnia che può arrivare al 50% rispetto alle normali coperture. Questa polizza è riservata a chi percorre meno di 10 mila chilometri l’anno.
  • Reale Mutua: propone un’interessante polizza a consumo che prevede uno sconto fino al 20% sul rinnovo della poliza e un risparmio reale sulla garanzia furto fino al 50%.

Come funzionano le polizze a chilometraggio?

Questa assicurazioni funzionano in modo estremamente semplice. Sull’auto dell’assicurato viene installato un sistema satellitare che permette di registrare il numero di chilometri percorsi sulla base della quale verrà calcolato il premio assicurativo.

Percorrendo meno di 10 mila chilometri l’anno si possono risparmiare dal 30 al 70% rispetto ad una normale polizza rc auto. Ovviamente il risparmio non viene calcolato sul costo delle coperture accessorie come il furto e l’incendio.

Il motivo di tale risparmio è molto semplice: meno distanza si percorre meno sono le provabilità di dare vita ad un incidente o, comunque, di fare qualche danno a cui dovrà far fronte la compagnia di assicurazione.

Ovviamente minore sarà la distanza percorsa maggiore sarà il risparmio pertanto si tratta di una copertura assicurativa che non si adatta a tutti gli automobilisti ma solo a quelli che fanno un uso saltuario del proprio veicolo.

Le assicurazioni a chilometraggio convengono?

Nel complesso il risparmio massimo si raggiunge percorrendo circa 5-6 mila chilometri. Sopra i 10 mila chilometri le polizze a consumo diventano poco convenienti o, addirittura, più care rispetto alle altre polizze auto.

Il nostro consiglio, quindi, è quello di scegliere con cura il proprio piano tariffario per evitare brutte sorprese alla fine dell’anno.

Un buon sistema per calcolare approssimativamente di quanti chilometri si necessita è quello di dividere il numero di chilometri della propria auto per il numero di anni di vita dell’auto. In questo modo si ha un calcolo approssimativo di quella che è la media di percorrenza secondo le proprie abitudini.

In definitiva possiamo dire che le assicurazioni auto a chilometraggio possono rappresentare un’ottima alternativa alle normali polizze rc a patto che si percorrano meno di 10 mila chilometri.

Puoi leggere anche: